Chi è Stefano Bardi il grullo del paese

Su internet si aggira uno strano individuo ,50 enne, spelacchiato ,debole,sguardo da matto.

Questa è la storia del grullo del paese precisamente della campagna livornese , la storia di un disadattato, di un vigliacco infame .di un sadico impotente ,ignorante e emarginato.

La storia di un idiota che fa ogni giorno crimini di varia natura tra cui stalking . persecuzioni ,molestie telefoniche o via internet , induzioni al suicidio , diffamazioni a cui nessuno crede se non grulli come lui , estorsioni seppur sconclusionate, piccole truffe , sostituzione di persona.

La storia di un mollusco, di un vile e debole leone da tastiera, che si accanisce specialmente con donne , bambini (persino neonati) , anziani, gay che lui chiama finocchi, trans che lui chiama travoni , persone affette da sindrome di down che lui chiama mongoloidi schifosi

La storia di un vigliacco di professione che non ha mai affrontato un uomo dal vivo , guardandolo negli occhi , il verme fa le sue schifose molestie esclusivamente via internet e telefono.
Scredita le sue vittime ispirandosi a lui stesso chiamandole truffatori , psicopatici, stalker cioè quello che è lui, sperando di metterle in difficoltà contro l’opinione pubblica , ma in realtà nessuno lo crede tranne forse un paio di grulli come lui.

Se uno reagisce alle sue molestie, piange e fa la vittima dicendo , incredibilmente, che è lui il molestato.

Se rispondi con un singolo insulto alle sue centinaia di provocazioni, minaccia ,insulti anche omofobi e sessisti , induzioni al suicidio , diffamazioni che fa quotidianamente, il malato mentale ti denuncia pure,facendo la vittima come al solito.

Bardi è pure un mitomane.

Si sente un investigatore della polizia misto a un agente segreto, si vanta di poter identificare o scovare come dice lui chiunque su internet grazie a un fantomatico hacker suo amico che in realtà è un signore di mezza età sempre toscano che nel tempo libero compra i like su Instagram.

Questa è la storia di Stefano Bardi nato a Livorno il 16 09 1971 e residente a via lago di como 8 , Rosignano Solvay (Livorno) 57016, figlio di Marcello Bardi e Maria Pasana Prunetti, babbo di Marta bardi, Marco bardi e Giorgia Bardi.

Perche stefanobardi.com.

Dopo mesi e mesi di angherie , stalking, diffamazione , tentativi di estorsione , ingiure pubbliche e private che ancora continuano tuttoggi nei confronti di decine o forse centinaia di persone si è deciso di avvertire la comunità su questo fastidioso stalker se non per fermarlo almeno per evitare che altre persone cadono nella sua rete di menzogne e di molestie.

 

Condividi